Angkor e i suoi templi, viaggio archeologico in Cambogia

Il turismo è una delle risorse principali della Cambogia, uno stato a monarchia parlamentare elettiva che si trova nel Sud Est Asiatico.

Confina con altri stati importanti, con il Golfo del Siam, la sua religione ufficiale è il Buddhismo, la capitale si chiama Phnom Pehn , l’idioma parlato è il Khmer parlato anche in Vietnam e Thailandia.

Prima dell’età moderna la storia della Cambogia era dei regni di Funan e Chenla poi dell’impero di Khmer, periodo che andremo ad analizzare parlando di Angkor e soprattutto d Bayon uno dei suoi antichi templi.

Questi luoghi storici e spirituali, testimonianza di un passato importante e ricco di cose da studiare e conoscere ha ispirato la scrittura di storie, libri, romanzi, pellicole cinematografiche e anche giochi, su 7Signs Casino abbiamo trovato come esempio alcune slot machine ispirate nelle forme e nei disegni a templi antichi nello stile Indiana Jones, personaggio con cui avventura e sorprese non mancano mai.

Angkor Wat e l’impero Khmer

Quindi, Angkor è uno dei siti archeologici più importanti del Sud est asiatico e della Cambogia . Sviluppato tra il IX e il XV secolo fu sede della capitale dell’Impero Khmer e suo centro religioso e politico.

Questo complesso con superficie che supera i trecento milioni di metri quadrati ospita templi sia induisti che buddisti, nei suoi edifici si trovano importanti segni del passato militare, religioso e politico dell’impero Khmer.

L’area di Angkor è a tutti gli effetti un parco turistico patrimonio dell’Unesco visitato da tantissimi turisti ogni anno, si può girare a piedi ma anche in bicicletta. Angkor dovrebbe significare cittò, forse deriva dal termine nagara.

L’impero Khmer di cui abbiamo parlato nasce nel 802 dC, era una monarchia assoluta. La sua influenza si estese anche nei territori vicini, in particolare Thailandia, Vietnam e Laos.

Bagnato dall’importante lago Tonlé Sap e sorto su una pianura alluvionale viveva di agricoltura e commercio, furono costruite importanti città durante le sue dinastie i segni e le caratteristiche delle sue costruzioni sono in parte rappresentate dall’area di Angkor che racconta la storia di questo regno anche con i suoi tesori conservati e rivenuti da archeologi e studiosi.

Il tempio Bayon del XIII secolo

I templi di Angkor sono tanti, abbiamo scelto di descrivere Bayon perché con la sua forma roccea, le torri e gli interni cupi è in grado di ispirare racconti, leggende, narrative varie anche cinematografiche.

In fondo, la sua storia reale è anche ricca di elementi da conoscere e vivere per come sono senza aggiungere altro.

Il tempio di Bayon ha la caratteristica di essere orientto verso est, si trova al centro di Angjor Thom, l’interno è un insieme di recinti e gallerie, una sruttur quadrata irregolare con delle stanze e delle aree importanti per la preghiera, la difesa, la lettura e la meditazione.

All’interno sono stati rinvenuti importanti bassorilievi che raccontano storie di vita ma anche la mitologia in cui si credeva e che veniva narrata.

Related Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *