Guadagnare soldi con gli eSports

Sono cresciuto giocando ai videogiochi sul mio Nintendo 64 (sì, sono vecchio). Hanno fatto parte della mia vita da quando ho memoria.

Ma crescendo non ho mai pensato di fare soldi con i videogiochi. Non era una cosa possibile per la gente comune.

Arriviamo a oggi ed è un mondo completamente nuovo! Il gioco competitivo è diventato talmente enorme che esistono addirittura palinsesti di scommesse offerti dai migliori bookmakers come https://www.bet-italia.eu/ e i giocatori possono guadagnare in molti modi che non esistevano durante la mia infanzia.

Essere pagati per giocare ai videogiochi è qualcosa che la maggior parte delle persone non avrebbe pensato possibile una decina di anni fa, ma ora sta diventando una cosa comune con la rapida crescita della popolarità del gioco competitivo negli ultimi anni.

Oltre ad essere pagati per giocare, quali altri modi esistono per monetizzare questa passione?

Streaming dal vivo

Il live streaming è uno dei modi più comuni per guadagnare negli eSport. È anche un ottimo modo per farsi notare dagli sponsor e da altri potenziali datori di lavoro.

Ma è possibile guadagnare con il live streaming anche se non si sta cercando un lavoro nel settore in questo momento!

  • Il live streaming può essere redditizio. Potete scegliere quanto o quanto poco tempo dedicare al vostro live streaming, ma con sufficiente motivazione e impegno, probabilmente riuscirete a guadagnare più che abbastanza per coprire le vostre spese di base (cibo, affitto/mutuo).

  • Essere pagati per le dirette streaming è possibile, ma ci sono alcuni ostacoli da affrontare: Dovrete avere un account su Twitch o YouTube Gaming che sia stato verificato attraverso i termini di servizio delle rispettive piattaforme; quindi, una volta ottenute queste due cose (account verificati), potrete iniziare a trasmettere! Dovreste anche prendere in considerazione l’idea di creare un conto PayPal dove le persone possano donare direttamente i fondi: questo aiuta a mantenere le cose organizzate e dà la possibilità agli spettatori che vogliono i contenuti delle loro emittenti preferite di non dover sottoscrivere un abbonamento attraverso i canali a pagamento (come la TV via cavo).

Sponsorizzazioni di squadra

Le squadre sono sponsorizzate da aziende per promuovere i loro prodotti. Le sponsorizzazioni possono essere monetarie o in natura.

Ciò significa che gli sponsor possono dare alla squadra del denaro per aiutarla a sostenere le spese e/o possono fornire gratuitamente attrezzature, abbigliamento, viaggi o altri beni.

Le sponsorizzazioni possono riguardare un singolo evento o un periodo di tempo più lungo (come un’intera stagione).

È buona norma che i giocatori e le squadre rendano noti i loro sponsor come parte della loro immagine pubblica, in modo che i tifosi sappiano chi li finanzia e quale sia l’impatto di questi sponsor su ciò che gli atleti possono fare nella loro carriera.

Vendere esperienza di gioco e coaching

C’è una forte richiesta di persone che allenino gli altri nei giochi. Se siete bravi nel gioco e ci giocate da un po’, questo potrebbe essere uno dei modi migliori per guadagnare con gli eSport.

Potete incontrare nuovi amici e aiutarli a migliorare le loro abilità offrendo loro consigli, sessioni di allenamento e suggerimenti basati sulla vostra esperienza in tornei o campionati online.

Si possono anche vendere servizi come la personalizzazione di personaggi in Overwatch o League of Legends, se si è un artista che ha creato skin non ancora disponibili nel gioco!

Un’altra opzione potrebbe essere la creazione di video con commenti che spieghino come eseguire determinati trucchi o tattiche utilizzati durante le partite dei professionisti (questo tipo di contenuti è un ottimo materiale didattico).

Personal Branding e annunci

Il vostro marchio personale è importante e può dare grandi frutti. Per essere sicuri di massimizzare il valore del vostro marchio, tenete a mente questi consigli:

  • Mantenere le pagine dei social media coerenti. Assicuratevi che tutte le vostre pagine sui social media siano aggiornate con le stesse informazioni e abbiano un branding coerente.

  • Usate gli hashtag in modo efficace; non spammateli ovunque! Gli hashtag sono ottimi per ottenere una maggiore esposizione per voi o per le sponsorizzazioni, perché sono post pubblici su argomenti specifici che chiunque segua quegli hashtag vedrà quando guarda i risultati di ricerca online, ma non esagerate!

  • Siate consapevoli dei termini gergali usati dai giocatori all’interno delle comunità in cui esistono gli eSport (eSports). La comunità dei videogiochi ha un linguaggio molto particolare che potrebbe non avere senso al di fuori del suo contesto; pertanto, se c’è qualcosa di specifico che sta accadendo all’interno degli eSport in questo momento (come un aggiornamento che verrà rilasciato a breve), considerate di consultare alcuni siti web/blog dedicati specificamente a saperne di più sul significato di questi termini prima di provare a parlarne pubblicamente al di fuori del contesto a cui sono destinati, in modo da non causare confusione tra i follower che potrebbero non conoscerli ancora.”

Related Post

Leave a Reply

Your email address will not be published.